Blog Tabaccheria Bollito Rubric on pipe smoking

S.Bang la storia di un marchio ormai leggenda

S.Bang la storia di un marchio ormai leggenda

LA STORIA Nel 1968, Svend Bang, dopo aver lavorato per un breve periodo per W.Ø.Larsen, aprì una sua attività producendo pipe recanti il suo nome.Due artigiani danesi, Per Hansen nel 1970 e Ulf Noltensmeier nel 1971 iniziarono a lavorare per Bang, che nel 1984 cedette loro l'attività.Nel giro di poco tempo i due artigiani ebbero successo grazie ai loro prodotti pregiati, ed il nome "Bang"(Sven Bang nel frattempo era deceduto) è oggi annoverato tra le prime dieci marche più famose al mondo.
Continua a leggere
Pipa L'Anatra

Pipa L'Anatra

Continua a leggere
La pipa Dunhill

La pipa Dunhill

LA STORIA Quando Alfred Dunhill aprì il suo piccolo negozio di St. James, in Duke Street, nel luglio del 1907, ne sapeva ben poco di commercio del tabacco. Per quanto sorprendente ciò possa apparire, questa fu la prima causa del suo successo. Certamente nella sua storia ha pesato molto la sua originalità come tabacconist, ma prima di tutto egli dovette imparare a diventarlo. Dovette studiare i suoi clienti, i loro gusti, il genere di prodotti che essi volevano ma non riuscivano a trovare. Solo così riuscì a mettere a frutto la sua inventiva e il suo talento artigiano...
Continua a leggere
Castello Shape Chart

Castello Shape Chart

Continua a leggere
La pipa Castello

La pipa Castello

LA STORIA Carlo Scotti è stato il fondatore e titolare della fabbrica di pipe Castello: un'industria artigiana affermatasi solo nel dopoguerra sui mercati internazionali. Di origine lombarda gestiva una tabaccheria a Chiasso quando la produzione italiana era indirizzata principalmente all'esportazione di abbozzi di radica ed alla fabbricazione di pipe in serie commerciali: Con i periodo bellico preannunciandosi una grave restrizione all'esportazione di pipe inglesi, Scotti pensò fosse giunto il momento di iniziare un'attività in questo settore. La sua fiducia era anche ravvivata dalla propaganda autarchica: la radica era infatti un prodotto mediterraneo , inoltre l'esperienza acquisita nel commercio del settore in un decennio unita al fiuto commerciale e al suo buon gusto furono preziose...
Continua a leggere
Con l’energia di una pipa, Rita Pavone nello spazio

Con l’energia di una pipa, Rita Pavone nello spazio

Il Club della Pipa, ottobre 1969.Nei diversi trattati sulla pipa, recentemente pubblicati, abbiamo notato una particolare tendenza a prendere in esame i valori intrinseci della pipa e i suoi rapporti con la persona che trae godimento dal suo uso. Codesto sistema di trattrazione (indubbiamente assai romantico e piacevole) è, pur tuttavia, inadeguato con il recente sviluppo tecnologico e scientifico della civiltà moderna. In definitiva, le cognizioni attuali ci offrono nuove direttive per studiare a fondo la pipa, culla di squisiti fenomeni chimico-fisici. Non sembri oziosa la nostra argomentazione, in quanto i processi che si svolgono nel caro strumento alterano non poco il bilancio energetico dell ‘universo. A un livello più circoscritto, prenderemo ora in esame il calore sviluppato dalla combustione di tre grammi di tabacco, con umidità STD...
Continua a leggere